FACEBOOK NASCONDE UNA “COTTA” PERICOLOSA da www.agendacomunicazione.it

facebook_4.jpg

Gli esperti della Fortinet, società leader nel settore della sicurezza informatica, hanno denunciato la presenza di un “widget dannoso” all’interno del popolare social network. Coinvolto già il 3% della rete, che conta 1 milione di iscritti.

Un messaggio che racconta di una “cotta” segreta (secret crush) sulla pagina personale di Facebook, un ingenuo utente che clicca magari per semplice curiosità e il gioco è fatto: il widget si replica e si diffonde nella rete del popolare social network. Il trucco non è certo originale, ma sono in molti a essere stati tratti in inganno, e il 3% degli utenti di Facebook, un milione in tutto il mondo, ha già scaricato involontariamente una famosa applicazione spyware. Vale a dire un programma in grado di “rubare” informazioni sull’attività online del computer infiltrato, dai siti visitati agli acquisti eseguiti in rete, rivendendole a società che le utilizzano per profitto, di solito attraverso l’invio di pubblicità mirata.
L’allarme è stato lanciato dagli esperti della Fortinet , società leader nel settore della sicurezza informatica.
Ma non è solo Facebook ad avere problemi di sicurezza, uno studio presentato oggi dai ricercatori della McAfee – società produttrice di uno dei più diffusi antivirus del mondo – ha registrato un aumento dei malware (virus, trojan, worm e altri programmi potenzialmente dannosi per i computer) che si avvicina al 60% su base annua.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: