Ci sono social network che chiudono

Leggi il post originale da punto-informatico

Roma – Il format di StudyLounge non ha fatto il botto. Il social network tedesco, registrato da Christoph Berger a Wetzlar, dopo aver riscosso un discreto successo nel paese d’origine ha provato ad emigrare in altri paesi comunitari. Un progetto abbastanza corposo, che comprendeva la clonazione del network in Spagna, Italia e Francia. Nei piani degli sviluppatori, per l’Italia, c’era la soglia dell’80% degli studenti, una cifra identificabile attorno al milione e mezzo di ragazzi.

In Italia StudyLounge è stato introdotto il 28 Agosto del 2006. L’idea era quella di un network per riunire studenti ed ex studenti, mirata a cogliere utenze soprattutto fra le matricole che affrontano il mondo accademico per la prima volta e sono alla ricerca di nuove amicizie. Idea interessante (ma non nuova), affiancata dall’assenza totale di banner pubblicitari e priva di quei fastidiosi inviti automatici presente in altri portali.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: