Antropologia del web [SESSO]

Leggi il post originale da libero

Se immaginiamo il computer come una scatola attraverso cui migliaia di persone parlano, discutono, litigano e fanno l’amore, possiamo affermare che il web non è altro che un pianeta; una terra virtuale colonizzata da uomini su cui si costruisce, giorno dopo giorno, una società. Ovviamente una società diversa da quella solita, quotidiana, Ci si può reinventare sfuggendo alle molestie statistiche grazie al nickname e all’avatar. Non veniamo profilati per target ( posso essere donna oggi e uomo domani, avere 15 o 90 anni, svolgere una professione sempre diversa). L’obiettivo di chi chatta è sfuggire al destino socioanagrafico.
Gli abitanti del web sono fantasie esatte di sé stessi; puo’ sembrare un ossimoro: le fantasie non sono mai esatte ma, proprio grazie al continuo divertimento del reiventarsi, la fantasia diventa esatta perchè nel nickname si proiettano spazi di sé. E proiezione non significa finzione bensì lasciar trasparire la parte più vera che nella realtà è difficile mostrare. Identità liquide (giovani, vecchi, santi e perversi) e corpi polimorfi (avatar).
Misurare la comunicazione in chat è pressochè impossibile attraverso gli strumenti di marketing tradizionali anche perchè si tende a misurare non la quantità bensì la qualità della comunicazione via web. E’ necessario , quindi, usare il metodo degli antropologi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: