V2-day: la riconquista dell’informazione

Leggi il post originale da dada

foto intervento
Un paio di anni fa ho assistito allo spettacolo di Beppe Grillo, a Palermo; una persona di oltre 50 anni che come molti suoi coetanei ha mostrato inizialmente disinteresse e diffidenza nei confronti del computer ed ha compreso solo dopo anni, le potenzialità della rete quale mezzo d’informazione. Ha aperto un blog, http://www.beppegrillo.it e in meno di un anno si è piazzato fra i siti d’informazione più consultati al mondo, dietro soltanto i grossi network americani, che servono una popolazione molto più vasta della nostra. Quando ha chiesto il perché del suo successo, una ragazza dal pubblico ha risposto: “perché sei l’unico che scrive cose interessanti”, al che lui ha ribattuto: “non è vero, c’è roba molto più interessante in rete… è perché io ho ancora un po’ di reputazione”.
Internet è il più potente mezzo di comunicazione di cui oggi disponiamo, che consente a chiunque, [tranne che al popolo cinese] di raccontare le proprie esperienze ed opinioni; ma proprio questa libertà, fa si che le notizie non siano verificate, ed ogni lettore deve imparare a valutarne l’attendibilità. In contrapposizione, vi sono i mezzi d’informazione tradizionali, dietro cui c’è la figura del giornalista che ricerca, seleziona, filtra e verifica per noi l’informazione.Disegno di William Giocoso
Beppe ha poi mostrato un grafico sulla libertà di stampa nei vari paesi, e l’Italia era relegata fra quelli del terzo mondo. È vero, lui stesso era l’esempio di chi era stato precluso dal mondo televisivo, ma se l’era presa un po’ troppo con la pubblicità e con gli sponsor… è normale che alle televisioni non apparisse molto simpatico. Anche giornalisti quali Santoro e Biagi erano stati cacciati, grazie all’influenza di una persona meschina al governo, tuttavia affermare che in Italia la stampa non era libera, mi era sembrato un po’ eccessivo; stime e sondaggi possono restituire risultati molto diversi, in base ai campioni scelti ed ai metodi di valutazione adottati, quindi non ho dato molto peso a quel grafico.

2 Risposte to “V2-day: la riconquista dell’informazione”

  1. 10 giorni…

    Solo 10 giorni ci separano dal 25 Aprile, attesissima data del V2 DAY!
    In questi giorni più che mai sentiamo proprio il bisogno di un bel “vaffa day” per scendere in piazza ad esprimere finalmente le nostre volontà, le nostre preferenze …..

  2. (…)
    si! si cazzo!! vaffanculo!!!
    non vuole esserci niente di avventato in questo commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: