Nomofobia: la panzana dei nostri tempi

Leggi il post originale da blogosfere

“Finisce la batteria del telefonino? Non c’è campo? Lo avete dimenticato a casa? Potreste essere colti da un attacco di una sindrome tipica dei nostri tempi: la nomofobia. E’ questo il nome – dove “nomo” è l’abbreviazione di “no mobile” – che ricercatori britannici hanno dato al terrore di non essere raggiungibile al cellulare, sempre più diffuso. La ricerca, commissionata a YouGov dal dipartimento per la telefonia delle Poste, ha concluso che soffrono di nomofobia il 53% degli utenti di telefonia cellulare del Regno Unito.
”Tutti siamo abituati allo stress della vita quotidiana, provocato da eventi come i traslochi, le separazioni, l’organizzazione della cena di Natale in famiglia – dice Stewart Fox-Mills, capo della sezione telefonia del Post Office – ma la perdita di contatto con il cellulare sembra essere il contributo del ventunesimo secolo alle nostre vite già frenetiche. Restare senza telefono ed essere colti dal panico sembra essere un sintomo della nostra cultura, in cui dobbiamo essere raggiungibili 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: