LE ARMI DI BANALIZZAZIONE DI MASSA

Leggi il post da comedonchisciotte

Dopo i due brani “Il concetto di Complotto” e “Bias di Conferma” pubblichiamo un altro brano tratto dal libro “Il Mito dell’11 Settembre e l’Opzione Dottor Stranamore” di Roberto Quaglia. Come nei brani precedenti l’oggetto dell’analisi è l’11 Settembre osservato nei suoi risvolti mediatici, psicologici e sociologici. Nei due brani precedentemente pubblicati l’autore indagava le trappole linguistiche e mentali dietro all’accettazione da parte di molta gente della incredibile versione ufficiale dell’11 Settembre (e della ridicolizzazione di indagini più approfondite) . E’ giunto il momento di chiedersi qual’è il ruolo sociale dei media (le “armi di banalizzazione di massa”) nel propagandare una visione del mondo semplificata e pesantemente manipolata che porta all’impossibilità per molte persone di vedere la realtà dietro allo schermo di fumo che copre tragici eventi come l’11 Settembre.

Nessuno è più schiavo
di colui che si ritiene libero senza esserlo.

Johann W. Goethe

Trovo molto educativa la televisione.
Ogni volta che qualcuno la accende,
vado nell’altra stanza a leggere un libro.

Groucho Marx

Benvenuti a Hollywood. Hollywood non esiste, ecco la tua prima illusione. Tu non sei mai stato a Hollywood. Sei sempre e solo stato davanti alla tua televisione. Ed anche se e quando non sei stato davanti alla televisione, sei stato in mezzo a persone che erano appena state davanti alla loro televisione. Non hai modo di sfuggire a quel flusso di informazioni omogeneizzate. Buttare via la televisione non serve. Ti fanno gli altri il riassunto di quello che ti sei perso. Allora tanto vale guardarla.
La realtà è infinitamente complessa e di questa gigantesca torta il nostro cervello riesce a gustarne meno di una minuscola fetta – qualche briciola nel migliore dei casi. Tuttavia, anche queste briciole di lucida comprensione possono generare confusione ed instabilità. La società umana è un meccanismo troppo complesso per continuare a funzionare se tutti gli ingranaggi che ne fanno parte un bel giorno iniziano a porsi dubbi filosofici sul significato del proprio ruolo. Un idraulico che, riparando il tuo cesso, s’interrogasse sul reale significato dell’esistenza delle onde gravitazionali anziché sull’occlusione delle onde del tuo sciacquone, difficilmente giungerebbe a risolvere il tuo problema in tempo utile per il tuo prossimo bisogno corporale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: