Volti e numeri del social networking italiano

Leggi il post originale da visionpost

Quanti sono e come si comportano i blogger e i protagonisti del social networking nel nostro Paese? Forrester ha realizzato uno strumento per un’analisi quantitativa e qualitativa del fenomeno che permette un’indagine dettagliata del web 2.0 in Italia e nel mondo. Secondo Social Technographics, il tool di Forrester che indaga il social networking, l’Italia non se la cava poi così male e non è indietro come si potrebbe pensare nelle reti sociali. Del resto, come fa notare un blogger, se Grillo è in grado di trascinare così tanta gente in piazza evidentemente gli italiani sanno bene cosa sia un blog e cosa siano i contenuti generati dagli utenti e i più giovani o i più appassionati ne fanno anche un largo uso.
Prima di addentrarsi nei numeri è utile raccontare i profili ideati da Forrester, sulla base dei quali la società di ricerche permette la realizzazione di una mappatura interessante dell’internet di seconda generazione mondiale. Le sei categorie di utenza identificate sono le seguenti: gli Inactives, quelli completamente estranei al web 2.0; gli Spectators, quelli che leggono i blog e fruiscono dei contenuti generati dagli utenti; i Joiners, quelli che si connettono spesso ai siti di social networking come MySpace o Facebook; i Collectors, quelli che organizzano contenuti per sé o per altri, utilizzano RSS e votano siti come Digg.com; i Critics, quelli che rispondono ai contenuti degli altri, postano commenti sui blog e partecipano ai forum; e i Creators, ovvero quelli che producono contenuti sociali, tengono un proprio blog, caricano video e musica. Si tratta quindi di una classifica che analizza la crescente partecipazione degli utenti, tracciando ritratti comportamentali molto utili per poi capire le differenze di età, di genere e di provenienza nel tipo di partecipazione.

In Italia ci sono quasi 10 milioni di Spectators, 4,6 milioni di Critics e 3 milioni di Creators: questa è la fotografia che Mauro Lupi, sul suo blog, costruisce del Bel Paese, basandosi sui 24,5 milioni di utenti internet tracciati dalla recente ricerca Nielsen e sul tool di Forrester. In termini percentuali gli Inactives italiani sono il 57 per cento, gli Spectators il 40 per cento, i Joiners il 10 per cento, i Collectors il 4 per cento, i Critics il 19 per cento e i Creators il 12 per cento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: