CitizenNews: l’informazione arriva dal basso fino a Youtube

Leggi il post originale da megachip

Il celebre portale di condivisione dei filmati sulla Rete Youtube apre al Citizen Journalism, il giornalismo creato direttamente dai cittadini. Basta una cam, una connessione internet, un account sul portale, e tanta voglia di lanciarsi in questa nuova avventura. Ma è davvero tutto così semplice?
I più sicuramente sapranno cos’è Youtube [http://www.youtube.com], il sito web che consente la condivisione di video tra i suoi utenti; fondato nel 2005 da Chad Hurley (amministratore delegato), Steve Chen (direttore tecnico) e Jawed Karim (consigliere), tutti ex dipendenti di PayPal, nel 2006 è stato acquistato da Google per 1,65 miliardi di dollari.

Insieme a Flickr [http://www.flickr.com/] per le foto, Anobii [http://www.anobii.com/] per i libri, Last.fm [http://www.lastfm.it] per la musica e le piattaforme di social network come Facebook [http://www.facebook.com/] e MySpace [http://www.myspace.com/], YouTube è forse la migliore espressione di quello che gli esperti oggi definiscono come il “web 2.0” (e c’è qualcuno che si azzarda già a parlare del 3.0). Quello che forse ancora in pochi sanno è la notizia recente di una interessante iniziativa lanciata da Youtube per bocca (e per volto, visto che l’annuncio è stato dato grazie ad un video [http://it.youtube.com/blog?entry=ChVCKm2c2qQ]) da Olivia Ma, neo manager del sito: l’apertura di Citizen News [http://www.youtube.com/citizennews], una sezione intermente dedicata al giornalismo amatoriale fatto direttamente dai cittadini. Il motivo di questa scelta è molto semplice: la sezione “News & Politics” di YouTube ha avuto un vero e proprio boom di video uploadati sul sito che trattano degli argomenti più disparati, argomenti che evidentemente stanno a cuore ai cittadini-utenti. E’ dunque la stessa Ma ha lanciare l’appello:

«Chiedo quindi il vostro aiuto! Se avvistate qualche utente di YouTube intento a compiere dell’ottimo giornalismo partecipativo, per favore, fatemelo sapere. Se tu stesso sei un citizen journalist, raccontami come YouTube potrebbe migliorare i suoi servizi per te. Voglio sentire da tutti voi quale sia la vostra visione delle notizie su YouTube e che cosa vi piacerebbe vedere. La mia missione è quella di rendere il sito un punto di partenza per approfondire le notizie sul Web».

I dubbi sono diversi e molto ben esposti da Giovanni Maria Riccio e Guido Scorza su questo articolo pubblicato oggi da Punto Informatico. In estrema sintesi:

1. YouTube – o meglio Google che lo possiede e gestisce – è tenuto all’iscrizione nel ROC? (Registro degli Operatori della Comunicazione tenuto dall’Autorità Garante delle Comunicazioni) [2]
2. Chi risponderà dei contenuti trasmessi da Citizen News?
3. Come si comporterà YouTube dinanzi alla notifica di chi assumesse di essere diffamato da un servizio in onda su CitizenNews? Rimuoverà senza ritardo i contenuti oggetto di contestazione o, per farlo, attenderà un ordine dell’autorità giudiziaria?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: