I social network: opportunità di business -> Facebook ads

Leggi il post originale da affaritaliani & mediterranei

social

Fare business con Facebook (e non solo) si può: sono molte le aziende che si servono dei social network per le proprie strategie di marketing. Ad esempio, targetizzare un gruppo di amici di un determinato sport può essere particolarmente interessante per una società che produce abbigliamento sportivo. Ma è possibile anche tagetizzare i partecipanti ai videogame giocati sui social network. Secondo una ricerca effettuata nei mesi scorsi da Zoomerang per SLI Systems, quasi tre quarti dei dirigenti commerciali delle aziende americane ritengono che i social media avranno un grande impatto sulle loro strategie di marketing nel prossimo futuro. Per il momento, tuttavia, l’utilizzo dei social network a fini di marketing è ancora relativamente limitato, soprattutto a causa della mancanza di strategie precise in materia. In base a un sondaggio di Promo Magazine dello scorso maggio, finora solo il 16,9% delle aziende commerciali Usa hanno sfruttato a questo scopo i social network.

facebook ads

facebook-ads-485

Si chiama “engagement ads”, è la nuova forma pubblicitaria lanciata da Facebook ad agosto e che sarà visibile agli inserzionisti da questo mese. Si tratta di un modello pubblicitario più partecipativo. La pubblicità potrebbe apparire a tutto schermo, giocare sull’interazione dell’utente attraverso commenti a trailer o sondaggi su prodotti e servizi. Una volta completata l’azione il messaggio verrebbe inviato a tutti i contatti, alla stregua delle applicazioni e dei quiz che spopolano tra la comunità. Restano numerosi dubbi sulla scelta dato che è risaputa la diffidenza del web a forme di pubblicità invasiva. Gli utenti sono da sempre refrattari a forme pubblicitarie e non solo che ne rallentano l’esperienza di navigazione. Pubblicità, come monetizzare il bacino d’utenza: queste le prerogative di Facebook per ora. Come è emerso in questi giorni MySpace, sebbene disponga di un numero di contatti inferiori rispetto alla creatura di Mark Zuckerberg, realizza il 15,9% di incassi pubblicitari rispetto all’1,1% generato dal principale concorrente. Ma è solo un delle possibili opzioni. Per il momento la piattaforma di social network può contare su di un bacino d’utenza in grado di assorbire tentativi o scelte impopolari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: