Ho speso 6 dollari per cambiare vita

Sul Post si legge la fantastica storia di Alec Brownstein che voleva a tutti i costi lavorare in una grande agenzia pubblicitaria. Navigando su Google Alec si accorge che nelle pagine dei risultati delle ricerche sui pubblicitari non compare alcun annuncio a pagamento contestuale, quindi decide di acquistare come chiave di ricerca per gli annunci su Google i nominativi dei pubblicitari cui mirava per un lavoro.

Le 3 leggi del copy sono: 1) Scrivi per te stesso 2) Scrivi per il successo 3) Scrivi per l’agenzia dove lavori // infatti Alec dice “Tutti cercano loro stessi su Google, anche se non lo ammettono. Volevo entrare in quel momento segreto ed egoistico in cui i creativi che ammiro sono maggiormente vulnerabili”.

Con appena 15 centesimi di dollaro per chiave di ricerca, Alec ha ottenuto la prima posizione nelle pagine dei risultati di Google frutto delle ricerche sul nome dei creativi cui era interessato. L’annuncio pubblicitario che veniva visualizzato era: «Hey, [nome del creativo]: Googlarsi è molto divertente. Anche assumermi sarebbe divertente».

Dopo qualche mese Alec ha iniziato a ricevere le prime telefonate dai creativi che aveva selezionato e alla fine ha ricevuto due offerte di lavoro da parte di altrettante agenzie pubblicitarie.

Promuoversi online, quindi, diventa un vero e proprio esercizio di stile, una frontiera creativa da esplorare e varcare per chi ha la velleità di.. diventare famoso! Poi se le strategie non sono geniali come quella di Alec poco male, d’altronde il video probabilmente rimane la risorsa più immediata, e quindi preziosa, per chi vuole mettersi in mostra (perché sempre di voyeurismo-esibizionismo si sta parlando).
In questo senso Lisa Nova fa del suo profilo YouTube il cuore pulsante dal quale promuovere le sue attività, ma lei è una tra tanti. Il video  TWITTER WHORE, comunque, rimane un bell’esempio di come servirsi lateralmente delle piattaforme di social networking per auto promuoversi.

Ora quello che mi chiedo è: a parte i millantati Guru della rete Italiana, abbiamo anche noi qualche genio virale che riesce a far parlare di sé?

Concludo segnalando questo video della RSA Animate – The Secret Powers of Time, nel quale il professor Philip Zimbardo introduce il discorso su come le nostre prospettive individuali di tempo riguardano il nostro lavoro, salute e benessere.. solo per dirci che possiamo fare diversamente e meglio.

2 Risposte to “Ho speso 6 dollari per cambiare vita”

  1. fantastica la storia di Alec!
    …bel blog!

  2. Si veramente un grande lui!
    Grazie del complimento🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: